.
Annunci online

Arcugnano Cultura, arte, spettacolo nel Comune di Arcugnano...
Il nuovo sito del Gruppo Astrofili Vicentini
post pubblicato in Natura, il 9 agosto 2006
L'osservatorio astronomico del Gruppo Astrofili Vicentini ha sede ad Arcugnano capoluogo nei pressi della chiesa parrocchiale. Agli interessati il sito offre indicazioni utili per poter partecipare alle attività scientifiche dell'osservatorio.

Per saperne di più:
http://www.astrofilivicentini.it/index.htm



permalink | inviato da il 9/8/2006 alle 14:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Il saggio dell'ANISN sul Lago di Fimon
post pubblicato in Natura, il 9 agosto 2006
L'Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali sezione di Vicenza dedica nel proprio sito (http://www.anisn.it/vicenza/ipertext.htm) informazioni sulla flora, fauna e geomorfologia dei Colli Berici, con un occhio di riguardo per il territorio di Arcugnano e del Lago di Fimon.

Per saperne di più:
http://www.anisn.it/vicenza/esp_camp/Fimon/fimon00.htm




permalink | inviato da il 9/8/2006 alle 13:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Eco Fimon, avanti tutta
post pubblicato in Natura, il 25 novembre 2004

[Di Fr. Gu., Il Giornale di Vicenza del 28 settembre 2004]. ARCUGNANO. Sopralluogo di tecnici dell’UE sullo stato di avanzamento del progetto di riqualifica. Il lago è tornato in salute grazie alla fitodepurazione. Un lago di Fimon in piena salute, pronto ad ospitare al meglio i ragazzi in visita d'istruzione e i turisti interessati a saperne di più del piccolo specchio d'acqua che orna i nostri colli Berici. Tutto questo ora è realtà grazie al progetto Life Eco Fimon, realizzato da Comune di Arcugnano con il contributo dell'Unione Europea, con la partecipazione delle aziende specializzate Aim, Sif e Matula, e il sostegno di Regione, Provincia e Banca Popolare di Vicenza. Nelle scorse settimane i tecnici incaricati dall'Unione Europea sono stati in visita per un paio di giorni ad Arcugnano, verificando lo stato di avanzamento del progetto: «Si sono detti molto soddisfatti, perché ormai gli impianti di fitodepurazione dell'acqua sono in piena efficienza e anche le infrastrutture per migliorare l'accoglienza dei visitatori sono tutte ultimate e utilizzabili», riferisce Claudia Tonellotto, l'assessore del Comune di Arcugnano che ha seguito passo dopo passo questa iniziativa. Il progetto è arrivato in porto, dunque, e i risultati ottenuti sono così lusinghieri che presto saranno in vetrina anche in un’importante fiera ambientale europea organizzata a Budapest. L’acqua del lago viene ora costantemente pulita e l’ecosistema rigenerato grazie ai cinque impianti di fitodepurazione realizzati nelle località Zanchi, Valle dei Vicari, Chiesa Vecchia, San Nicolò e Villabalzana: grazie all'interazione di piante in immersione e in superficie che si nutrono di sostanze per noi inquinanti, come fosforo e potassio, gli scarichi fognari vengono purificati prima di arrivare al lago, trasformandosi di fatto in vegetazione. I dati sulla qualità dell'acqua sono rilevati ogni quindici giorni da Aim, e periodicamente pubblicati sul sito del Comune di Arcugnano per essere verificabili da tutti. Per quanto riguarda le infrastrutture, invece, un nuovo parcheggio erboso, ecologico e funzionale al tempo stesso, può accogliere le auto dei turisti, che possono quindi accedere al nuovo percorso naturale attrezzato realizzato lungo il lago, fino a raggiungere la “casetta didattica” in legno. « Si tratta di un edificio multiuso, dotato dei servizi igienici, di un bar, e di un'aula didattica sulle caratteristiche e la storia del lago e della fitodepurazione - spiega l'assesso re Tonellotto -. Grazie ad una convenzione con l'associazione culturale Ardea, offriamo ai visitatori delle guide preparate, pronte a fornire tutte le spiegazioni del caso». Un servizio, naturalmente, rivolto soprattutto alle scuole: «Infatti fino a novembre, in vari turni, tutti gli studenti delle scuole arcugnanesi saranno accompagnati in visita al lago - prosegue l'assessore -. L'idea è che proprio i nostri ragazzi possano arricchire ulteriormente l'offerta informativa della "casetta", realizzando nuove ricerche, cartelloni e depliant esplicativi. Naturalmente saremo felici di ospitare gli alunni di qualsiasi altra scuola interessata: sarà sufficiente rivolgersi al Comune per concordare i tempi e le modalità della visita». La "casetta didattica" sarà comunque aperta per tutti i visitatori durante il fine settimana, sempre che le condizioni meteo non siano particolarmente negative. «Speriamo di potere migliorare sempre di più la qualità del servizio - assicura la Tonellotto - anche grazie al contributo di associazioni come la Pro Loco di Arcugnano, che si è dimostrata estremamente disponibile in questo senso. Contiamo inoltre di sensibilizzare ed informare sempre di più la gente sull'importanza di sistemi ecologici come quello della fitodepurazione: non a caso, la divulgazione è una parte integrante del pr ogetto finanziato dall'Unione Europea». Proprio a questo fine all'inizio di ottobre una delegazione del Comune di Arcugnano sarà presente con uno stand alla fiera ambientale di Budapest, per presentare in quella prestigiosa sede i risultati dell'esperienza Life Eco Fimon.

 




permalink | inviato da il 25/11/2004 alle 22:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
I siluri e le cozze del Lago di Fimon
post pubblicato in Natura, il 25 novembre 2004

I siluri, Introdotti nel piccolo specchio d'acqua di Fimon, sono pesci che in natura si trovano in fiumi come il Danubio: arrivano ad avere dimensioni spaventose. Perciò hanno fatto piazza pulita delle specie autoctone, come dimostrano le foto in questo sito, che narrano di battute di pesca "grossa". http://www.blackbass.it/pesca_natante/siluri_fimon.html
Ma nel Lago si trovano delle cozze (mollusco bivalve) d'acqua dolce, chiamate Unio, eccovene un assaggio... fino agli anni Cinquanta c'era che le apprezzava anche a tavola.



 



 




permalink | inviato da il 25/11/2004 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Veduta del Lago di Fimon
post pubblicato in Natura, il 25 novembre 2004

Veduta del Lago di Fimon da Sud verso Nord. Sullo sfondo, al centro, il quartiere di Torri di Arcugnano, sede comunale. sulla sommità, del colle al sinistra, la frazione di Lapio, dirmipetto i pianori della frazione di Pianezze del Lago. La fotografia è scattata dal bassopiano della Val Chegozzo. La foto è proprietà del sito:  http://www.anisn.it/vicenza/esp_camp/Fimon/fimon00.htm


 




 


 


 




permalink | inviato da il 25/11/2004 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Eco Fimon, successo europeo
post pubblicato in Natura, il 25 novembre 2004

[Di Francesco Guiotto. Il Giornale di Vicenza, martedì 23 novembre 2004]. ARCUGNANO. La depurazione delle acque del lago presentata alla Fiera delle biotecnologie. L’Ungheria interessata a ricreare il progetto contro l’ inquinamento. Successo europeo per gli impianti di fitodepurazione sperimentati al lago di Fimon.Il progetto Life EcoFimon è stato infatti tra i protagonisti di “Okotech”, la fiera internazionale per la protezione ambientale e le tecnologie per gli enti locali svoltasi a Budapest in Ungheria, che ha visto la partecipazione di circa 250 espositori provenienti da dieci nazioni diverse. Le iniziative di divulgazione internazionale dei contenuti e dei risultati di Life EcoFimon fanno parte integrante del progetto finanziato dalla Commissione Europea: proprio per questo si sono recati a Budapest il sindaco di ARCUGNANO, Vittorio Zolla, e l'assessore Claudia Tonellotto, assieme ai tecnici comunali che hanno seguito la realizzazione del progetto, e ai rappresentanti dei partner (Aim Vicenza e Sif di Viterbo, società operante nel settore ambientale e nelle biotecnologie specifiche per la fitodepurazione). Nei 12 metri quadrati riservati allo stand di EcoFimon sono stati esposti anche i materiali realizzati con il contributo della scuola media Ugo Foscolo di ARCUGNANO. I responsabili del progetto hanno organizzato all'interno della fiera un seminario tecnico-scientifico al quale è stato invitato pubblico selezionato, costituito dalle amministrazioni locali ungheresi e da numerosi professionisti europei del settore: a loro sono state presentate in particolare le soluzioni tecniche adottate per la depurazione degli scarichi dei centri abitati, e i confortanti risultati ottenuti in termini di abbattimento del carico inquinante disperso nel suolo. Molto vivo, in particolare, l'interesse dimostrato dai funzionari del ministero dell'ambiente ungherese e dal sindaco di Tiszadob, località magiara collinare nella regione della Transilvania con problematiche simili a quelle del bacino di Fimon. «È la prima volta che il nostro Comune ha l'onore di presentare all'estero i risultati concreti di un proprio progetto - sottolinea l'assessore Claudia Tonellotto -. Per noi è stato motivo di grandissima soddisfazione». E i contatti avviati tra ARCUGNANO e l'Ungheria avranno a breve un seguito, stavolta in terra berica: «L’interesse degli operatori stranieri è stato tale che a dicembre avremo la visita di una trentina di sindaci di altrettanti Comuni ungheresi, interessati ad approfondire quanto è stato realizzato da noi per verificarne la replicabilità nelle loro realtà locali - anticipa l'assessore-. Per questo importante risultato è doveroso ringraziare Aim, Sif, Matula, Regione, Provincia e Banca popolare di Vicenza, che ci hanno sostenuto in tutto il lungo percorso che ha portato a realizzare il progetto».




permalink | inviato da il 25/11/2004 alle 16:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre