.
Annunci online

Arcugnano Cultura, arte, spettacolo nel Comune di Arcugnano...
San Rocco di Villabalzana
post pubblicato in Arte, il 5 ottobre 2006

La chiesa di San Rocco di Villabalzana

La prima testimonianza della sua esistenza risale al 1583 (v.nota 1), successivamente la chiesa fu adibita a romitorio (1645) e così fu fino al 1760. [in costruzione].




permalink | inviato da il 5/10/2006 alle 18:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Mostra a Perarolo di Arcugnano
post pubblicato in Arte, il 27 maggio 2006
Il Circolo culturale "el Pampano"
presenta:

"Tutto Accade"

mostra personale di
Alessandro Bedin

Orari di apertura:

Sabato 20/05 ore 17 inaugurazione

Domenica 21/05 ore 10-13 e 16 - 22

Venerdì 26/05 ore 19 - 22

Sabato 27/05 ore 10 - 13 e 16 - 22

Domenica 28/05 ore 10 - 13 e 16 -22

Lunedì 29/05 ore 19 - 23

Presso le Ex-scuole elementari
via San Bernardino (nei pressi della chiesa parrocchiale)
Perarolo di Arcugnano (VI)

Per informazioni:
Cell. 348.7005257
E-mail: info@elpampano.it

Se vuoi saperne di più, visita il sito ufficiale del Circolo Culturale "el Pampano":
http://www.elpampano.it

Scarica la locandina della mostra:
http://www.elpampano.it/TuttoAccade_locandina.htm



permalink | inviato da il 27/5/2006 alle 16:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Villa Montanari diruta
post pubblicato in Arte, il 29 aprile 2005


La triste sorte di questa villa ottocentesca è quella di molte opere architettoniche che una volta sfruttate vengo abbandonate a loro stesse. Il resto lo compie, ad esempio, vincoli ereditari ai quali sono legati questi immobili storici.  Dal punto di vista architettonico ci troviamo dinanzi ad un neoclassicismo ottocentesco, che risente influenze neopalladiane frequenti in opere di architetti settecenteschi veneti, che si riprendono nella struttura simmetrica e nei materiali economici (laterizio e pietra di Vicenza intonacati).

Il corpo centrale presenta, al piano nobile, tre finestre balaustrate intervallate da due lesene ioniche, alle estremità del corpo medesimo le troviamo accoppiate.

Nelle ali il ritmo che contraddistingue la facciata è mantenuto dallo stesso numero di finestre per parte, sormontate da timpani ad arco e triangolari che vengono intervallati, citando ad esempio le opere michelangiolesche del palazzo del Campidoglio a Roma. Al piano terra si
è accolti da un ampio atrio affrescato a monocromi e da possenti colonne di mattoni intonacate, i pavimenti sono a tarsia. Nell'ampio cortile antistante si trovavano, come testimoniano carte topografiche dell'epoca napoleonica (1806), altri edifici, sull'architrave è
impressa una data 1857, e il restauro del manufato ad opera del poprietario Teofilo Montanari.


Il presente di questa villa veneta è incerto, il decadimento è totale e mette a rischio la sicurezza dei cittadini, visto che un lato dà su una strada trafficata. Da poco un incidente automobilistico ha abbattuto parte della recinzione in pietra. Si vocifera che sia stata acqustata per farne "lussuosi appartamenti in locale storico". Villa Montanari è il monumento che contraddistingue l'abitato di Villa di Arcugnano.







permalink | inviato da il 29/4/2005 alle 10:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Interno della torre
post pubblicato in Arte, il 4 febbraio 2005




permalink | inviato da il 4/2/2005 alle 18:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Torre Monte Crocetta
post pubblicato in Arte, il 4 febbraio 2005




permalink | inviato da il 4/2/2005 alle 18:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Torre del Monte Crocetta
post pubblicato in Arte, il 4 febbraio 2005
Torre del Monte Crocetta di Arcugnano foto di Maurizio Bellato dicembre 2004



permalink | inviato da il 4/2/2005 alle 15:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Torre Monte Crocetta nuove foto
post pubblicato in Arte, il 21 dicembre 2004


(fotografia di Maurizio Bellato 19 dicembre 2004)




permalink | inviato da il 21/12/2004 alle 16:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Le ultime sulla chiesa di Santa Margherita
post pubblicato in Arte, il 17 dicembre 2004

Confermiamo con giubilo che la nostra protesta è stata ascoltata dalle autorità comunali di Arcugnano.

Infatti l'assessore alla Cultura ha interpellato ufficialmente il proprietario del sacello di Santa Margherita dei Berici ad Arcugnano, nonché la Soprintendenza per i Beni Ambientali con sede a Verona. Il primo risultato è stata la chiusura (speriamo provvisoria) delle porte d'accesso mediante un pannello ligneo.

Tutto questo anche  grazie al supporto del Circolo Culturale "El Pampano" di Perarolo di Arcugnano http://www.elpampano.it




permalink | inviato da il 17/12/2004 alle 13:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Torre di Monte Crocetta, novembre 2004
post pubblicato in Arte, il 9 dicembre 2004




 


 


 


 


 


Sommità della torre con croce in acciaio posta nel 1992 (Angolo Sud-Ovest)


Parete Sud


 


 


 


 


 


Breccia  (Parete Ovest)




permalink | inviato da il 9/12/2004 alle 18:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Ricostruzione ideale della Torre Crocetta
post pubblicato in Arte, il 27 novembre 2004




 




 




 




 

(Ricostruzione, 2004)


Ricostruzione ideale in base ai rilevamenti metrico-decimali della torre situata sul Monte Crocetta ad Arcugnano (VI). Nella proiezione ortogonale si nota che la sezione della costruzione (fig. in basso a sinistra) è a pianta poligonale, precisamente un pentagono irregolare. All'interno risulta essere calpestabile una superficie di circa 6 metri quadrati. Ad una stima approssimativa la torre poteva essere alta poco meno di una decina di metri (oggi circa 6 nella parte più alta della rovina). Le mura, alla base, risultano spesse 190 cm. La copertura nonché l'accesso erano probabilmente garantiti da strutture in legno (scale a pioli, rimuovibili), come i possibili vani interni, le pareti interne presentano fori a sezione quadrangolare che potevano accogliere travi lignee di sostegno per ballatoi o scale sospese. Sulla sommità è ancora evidente una costruzione mista di laterizi e pietra di Vicenza di dimensioni fra essi similari, mentre alla base (più antica, stimata circa del V° secolo) abbiamo una costruzione di sola pietra sagomata a blocchi levigati. La croce posta sulla sommità è stata riposizionata nel 1992. Il manufatto sorge su un luogo abitato dall'uomo sino dalla preistoria: sullo stesso colle (76 m s.l.m.) è stato infatti trovato un muro a secco della lunghezza di 17 m oltre ad oggetti di uso comune. La torre è oggi in stato di grave abbandono.




permalink | inviato da il 27/11/2004 alle 22:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio